fallback-image

NO, LA ROTTURA DEL BITCOIN AL DI SOTTO DEI 9.000 DOLLARI NON È STATA UNA ROTTURA RIBASSISTA: ANALISTA

Sabato, la Bitcoin è finalmente scesa sotto i 9.000 dollari dopo una settimana di consolidamento. Quando l’attività è scivolata al di sotto di questo livello, sono stati liquidati più di 20 milioni di dollari di spese lunghe su BitMEX. Questo in aggiunta agli oltre 40 milioni di dollari liquidati appena due giorni prima.

Molti sono stati veloci a ribaltare la situazione, dato che BTC ha temporaneamente perso il supporto di 9.000 dollari. Un crypto trader ha condiviso un grafico che indicava che un modello da manuale che prevedeva $7.000 era quasi confermato al momento della caduta.

Eppure un analista ha detto che facendo un passo indietro, Bitcoin Future è ancora in fase di consolidamento.

BITCOIN È ANCORA INTRAPPOLATO IN UN INTERVALLO DI TRADING

Secondo il trader che ha condiviso il grafico sottostante, Bitcoin sta ancora operando in un range, tecnicamente parlando.

L’analista ha notato che da quando la discarica di ieri si è fermata a circa 8.900 dollari, quel supporto è ancora in gioco. „BTC gioca ancora a ping pong all’interno del range di consolidamento. Non c’è bisogno di arrabbiarsi“, ha scritto.

Il fondatore dei Blockroots, Josh Rager, ha fatto eco a questo sentimento.

Come riportato dal Bitcoinist in precedenza, Rager ha detto che la gamma attuale di Bitcoin è di 8.500-10.000 dollari. A meno che non superi questi livelli in un arco di tempo giornaliero/settimanale, rimane in quell’intervallo.

„Il range di BTC è chiaro. Il supporto attuale che ha tenuto le ultime tre settimane è il Break down mid-range qui e il prezzo probabilmente vedrà $8900 seguito da $8500 range bottom“, ha scritto Rager, facendo riferimento al grafico visto qui sotto.

C’è anche un commento di Tone Vays, ex vicepresidente della JP Morgan Chase. L’analista della Bitcoin ha detto in una recente analisi pubblicata su Youtube:

„Come sto dicendo da mesi ormai, non ho motivo di allontanarmi dalla mia previsione all’inizio dell’anno che la Bitcoin rimarrà bloccata tra i 6.000 e i 10.000 dollari per la maggior parte di quest’anno“, ha detto.

I TORI POTREBBERO PRENDERE IL CONTROLLO

Con BTC ancora in attività nel suo raggio d’azione, la questione di „quale sarà la rottura di consolidamento“ è stata sollevata da molti.

Al momento, molti sono divisi, ma ci sono prove che suggeriscono che i tori prenderanno il controllo.

C’è una confluenza di fondamentali che suggerisce che il trend a lungo termine è ancora in crescita. Questi includono, ma non sono limitati a: una potenziale macro debolezza del dollaro USA, un forte prezzo dell’oro, i minatori che spingono il tasso di hashish di Bitcoin più alto, e una diminuzione della pressione di vendita da parte degli HODLers.

C’è stata anche un’analisi del range effettuata recentemente da un analista dei dati. Essa suggerisce che nel 77% dei casi in cui il Bitcoin ha avuto l’aspetto attuale (negli ultimi due anni), i tori hanno superato il BTC.

 

 

admin

Related Posts

fallback-image

Bitcoin virittää virallisesti PayPalin

fallback-image

DeFi – Aave protocol raises $ 25m from Blockchain.com and others

fallback-image

DeXe.network – Follow the strategies of other traders in a decentralized way

fallback-image

ETH/USD kämpft um 386 Dollar inmitten von Bärendruck